Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
logo prestitpro
Numero verde 800 183 472
Numero verde

Fondo di garanzia Pmi: segno più anche nel 2018

Sono quasi duemila le aziende italiane che negli ultimi quattro anni e mezzo hanno usufruito del Fondo di Garanzia per le Pmi, per un totale di 700 milioni di euro di investimento. A confermarci questi dati, particolarmente incoraggianti, è il 15° Rapporto sull’utilizzo del Fondo al 31 marzo 2018. L’analisi rivela che, ad oggi, hanno richiesto l’accesso al Fondo 1.934 imprese, di cui più di 800 start up, per un ammontare complessivo di 3.170 operazioni.

Nel primo trimestre del 2018, il numero di richieste è aumentato in maniera esponenziale: da gennaio a marzo sono state autorizzate 444 operazioni di investimento, di cui 177 verso imprese che già in passato si erano rivolte al Fondo per ottenere un finanziamento.

Attualmente sono stati approvati altri 300 finanziamenti che attendono l’erogazione: sommati a quanto già stanziato, porteranno il totale delle somme distribuite a 57,6 milioni di euro.

Quali sono le imprese che hanno avuto accesso al Fondo

Le richieste di erogazione di finanziamenti attraverso il Fondo di Garanzia partono prevalentemente da imprese del Centro-Nord. E’ la Lombardia a detenere il primato, con 846 operazioni, per un totale di 217 milioni di euro di finanziamenti. Seguono Emilia-Romagna, Veneto, Piemonte e Marche. 

Per quanto riguarda le start up, sono il Friuli-Venezia Giulia e il Trentino-Alto Adige le regioni con il più alto numero di richieste, in relazione al totale delle imprese attive nel proprio territorio.

Fondo di Garanzia: un aiuto per professionisti, ditte individuali e Pmi

Questi numeri testimoniano il successo di un’iniziativa come il Fondo, volto ad incentivare la ripresa economica. Il Fondo è attivo dal settembre 2013, a seguito dell’approvazione del D.Lgs. 179/2012 prevista all’interno dello “Startup Act Italia”. 

Questa forma di incentivazione permette alle Pmi di richiedere un finanziamento bancario, utilizzando come garanzia un fondo statale finanziato dal Mise anche con fondi europei. Il Fondo può concedere fino a 2,5 milioni di euro per singola azienda, coprendo fino all’80% di ciascun finanziamento.

Il Fondo si rivolge non solo alle Pmi, ma anche ai professionisti e alle ditte individuali. Le richieste non sono gestite direttamente dal Fondo, ma vengono veicolate dagli istituti di credito o da un Confidi accreditato, che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo. 

I soggetti beneficiari possono operare in qualsiasi settore ad eccezione delle attività finanziarie. Le imprese agricole seguono un iter a sé per la richiesta: in questo caso occorre rivolgersi a un Confidi che opera nei settori agricolo, agroalimentare e della pesca.

Si tratta di un’opportunità particolarmente interessante anche perché le richieste di accesso al Fondo seguono un iter molto snello: in tempi rapidi vengono verificati i requisiti di accesso e adottata la delibera. L’impresa riceve conferma via e-mail sia della presentazione della domanda, sia dell’adozione della delibera.

Prestiti per professionisti e ditte individuali: le migliori offerte su PrestiPro.it

Oggi nel panorama della comparazione troviamo uno strumento innovativo, appositamente pensato per professionisti ed imprese individuali. Si tratta di PrestiPro.it, il nuovo sito che permette in pochi click di visionare e confrontare le migliori offerte pensate per questo comparto del credito dagli istituti di credito, ed eventualmente richiedere un preventivo.

I professionisti e le ditte individuali che desiderano accedere a finanziamenti attraverso il Fondo di Garanzia non devono fare altro che compilare il form dedicato, inserendo alcuni dati in forma anonima sulla propria attività e l’importo necessario. 

E’ possibile selezionare l’offerta più adatta alle proprie esigenze e proseguire poi con il contatto diretto con la banca erogante.